Cercola. Rimpasto in Giunta: la novità è Antonella Napolitano (PD), rientra Luigi Di Dato. Rinascita Caravita “abbandonata” da Sinistra Italiana: salta Carla Acri. Carrotta ancora out

antonella-napolitano-pd-cercola

Cercola (Na) - Sarebbero stati firmati i decreti sindacali per i nuovi assessori: Antonella Napolitano, in quota del Partito Democratico, si occuperà di Politiche Sociali Patrimonio, Periferie e Gentilezza; mentre l’onnipresente Luigi Di Dato rientra in Giunta Municipale prendendo le deleghe dell’ex assessore Diego Maione, ossia Personale , Polizia Municipale e Sport.

Confermati in Giunta Municipale: il vicesindaco Vincenzo Barone, delegato all’urbanistica e lavori pubblici; Antonella Ferraro delegata alle pubblica istruzione e cultura e Liberato Terracciano al Bilancio e Tributi.

La novità è Antonella Napolitano, sansebastianese, da tantissimi anni laboriosa militante della sezione cercolese Rino Sito dei democratici.

Sinistra Italiana, con un fitto di sezione da proteggere, “abbandona” Rinascita di Caravita, fuori la Acri,  ma i compagni non ritirano, come annunciato nella tesa riunione di maggioranza di qualche giorno fa,  il loro delegato in Giunta.  Il consigliere comunale Giuseppe Romano passa da “statista di Caravita” a semplice alzatore seriale di mano in consiglio comunale dopo la decisione di far dimettere la propria rappresentante in Giunta Municipale: la giovanissima Carla Acri. Ancora fuori per un posto nell’esecutivo Salvatore Carrotta di Avanti Insieme.

I consiglieri comunali  indipendenti Biagio Rossi Giuseppe Romano e Santolo Esposito e Luigi Sorrentino, presidente del consiglio comunale, orfano di Ciro Borriello nello scacchiere istituzionale,  non potrebbero  garantire l’appoggio per provvedimenti delicati e spregiudicati. Una maggioranza senza visione politica e numeri anima l’azione del sindaco Vincenzo Fiengo, sempre più confuso e fuori dalle dinamiche politiche locali.

L’azione politica di questa giunta rimpastata potrebbe anche essere interrotta o condizionata  dalle conclusione delle indagini della Procura della Repubblica di Nola sulla scottante questione concorsopoli che dovrebbe delineare un nuovo scenario per gli assetti istituzionali e politici della città.

il direttore Gaetano Busiello

Lascia un commento

Powered by ODDERS Communication Agency