Dolcetto o scherzetto?

zucchetta

Dolcetto o scherzetto??

 

Anche questo anno ci accingiamo a festeggiare Halloween. La ricorrenza cade il 31 ottobre ed è celebrata soprattutto negli Stati Uniti d’ America ed   in Inghilterra, anche se ormai da svariati anni ha preso piede anche in tanti altri paesi, tra cui l’ Italia. Prevalentemente i bambini sono soliti andare per le case e per i negozi pronunciando la tipica frase: ” Dolcetto o scherzetto?”; a questa frase gli abitanti delle case potranno salvarsi da macabri scherzetti solo regalando ai piccoli dolcetti e caramelle. Il nome stesso della festività deriva dall’ inglese All Hallowed Eve che significa ” Vigilia di tutti i Santi”; ha origine pagane che risalgono all’ antica tradizione celtica ed in particolare alla festa di fine estate, detta anche Samhain, celebrata proprio il 1 novembre. La notte della Vigilia era consuetudine spaventare le anime diaboliche con enormi fuochi appiccati sulle cime delle colline. In realtà era anche l’occasione per riportare a casa le mandrie dai pascoli estivi e rinnovare le distese erbose. Con il tempo prese il sopravvento l’aspetto più esoterico e sinistro: si riteneva che nella notte tra il 31 ottobre ed il 1 novembre sarebbero tornate le anime dei morti e la festa dell’ autunno si trasformò nella feste dei fantasmi e delle streghe. Inoltre gli Irlandesi avevano anche un altro rito : svuotare una grande rapa ed inciderla con il volto di un demone per poi illuminarla all’interno con una candela a protezione della propria casa. La storia dice che successivamente negli Stati Uniti la rapa fu sostituita dalla zucca. Allora non ci resta che preparare tanti dolcetti e caramelle per i fantasmini, gli scheletri e le  streghette che verranno farci visita domani…

 

Lascia un commento

Powered by ODDERS Communication Agency