Cercola. La Grande Accozzaglia non perde il vizio: out i tre uomini di Giuseppe Castiello, dentro Titty Romano dal centroForzaItalia?

comune-cercola-2

Cercola (Na) - La disputa per la presidenza del consiglio comunale sta rimettendo in luce il degrado culturale e politico che anima le istituzioni locali. La crisi determinata dalle esose richieste politiche del Gruppo Giuseppe Castiello sarebbe già rientrata: a salvare la grottesca maggioranza del sindaco Fiengo ci sarebbe  in pole position, secondo i rumors muinicipali,   il consigliere comunale Titty Romano, eletta nella lista di Valore Cercola, a sostegno del candidato sindaco  di Forza Italia GiorgioEsposito, oggi indipendente e, secondo le indiscrezioni che arrivano dal palazzo municipale, sarebbe  pronta verso la migrazione in Città Futura, il movimento politico composto dai profughi di Sinistra Italiana, giovani ma già abbastanza preparati al voltagabbanismo più spinto  visto che la sinistra in Italia è ai minimi storici sul fronte consenso. Città Futura sarebbe guidata dalla coppia Vincenzo Terracciano, alias Amsterdam – na da facebook, e Marco Picardi , rispettivamente  figli dell’ex assessore al bilancio Liberato Terracciano e del compianto ex vicesindaco Giovanni Picardi. In aggiunta ad un’altra  rinfrescata di  figli di sostenitori diretti ed indiretti de La Grande Accozzaglia.

I xonsiglieri comunali indpendenti Luigi Sorrentino, Santolo Esposito e Giuseppe Romano, malguidati dall’accozzagliatore Giuseppe Castiello, hanno ricevuto il due di picche alla proposta di  rimodulazione dello scacchiere istituzionale al Municipio dopo aver richiesto di nuovo la Presidenza del Consiglio Comunale per Luigi Sorrentino e la nomina di assessore a Diego Maione, “fatto fuori” dal sindaco Fiengo per la questione concorsopoli.

Lo “statista dei condomini” Salvatore Carrotta avrebbe mandato l’ultimatum al sindaco Fiengo: o faccio il presidente del consiglio comunale ( indennità di funzione mensili di 1.200€) o vado in opposizione. Si libera solo il posto di assessore detenuto dai tre dissidenti che potrebbe essere offerto alla nuova conquista di Città Futura?

Un’altra debacle politica per il capogruppo di Forza Italia Giorgio Esposito, candidato sindaco uscente del centroBerlusconi alle ultime comunali: oltre ad aver perso Antonio Forte oggi lontano dalle politiche di Giorgio Esposito , quest’ultimo ormai a  sinistra con Rossi del PD e Rinadi del M5S.

Redazione Politica

 

Lascia un commento

Powered by ODDERS Communication Agency