Cercola. Caravita “discriminata”: mistero sulla mancata riapertura del mercato rionale, mentre il sindaco Vincenzo Fiengo riapre quello della Lottizzazione Carafa

100473_1458814671420

Cercola (Na) – Il quartiere periferico di Caravita starebbe subendo un’altra “discriminazione” rispetto al quartiere residenziale del centro Lottizzazione Carafa: è stato riaperto il mercatino rionale di Piazzale Filangieri ( ex Piazzale dei Platani) che si tiene il venerdì con l’ordinanza del sindaco Fiengo n.37del 21 maggio 2020 , mentre cala un mistero incredibile sulla mancata riapertura del mercato rionale di via Matilde Serao a Caravita che si dovrebbe tenere il giovedì.

In attuazione  alle diverse ordinanze regionali che hanno consentito una riapertura anticipata dei mercati rionali,  solo per la vendita dei generi alimentari, la fascia tricolore cercolese Fiengo ha deciso di riaprire il mercatino in Lottizzazione Carafa, mentre nulla trapela sulle motivazioni che hanno impedito di rendere accessibile quello di Caravita.  E pure le due realtà mercatali dal punto di vista urbanistico  ed organizzativo delle attività si somigliano tantissimo, tanto da condividere anche gli stessi servizi in tema di igiene e sicurezza: entrambi incastrati tra i palazzi del quartirere a ridosso delle strade cittadine, tutti e due necessitano di un impiego dei poliziotti municipali abbastanza impegnativo.  Perchè questo distinguo? Perchè questa penalizzazione ai 23 concessionari spuntisti ed alla stessa clientela del quartiere che da dieci anni è diventato un punto fermo per gli acquisti settimanali degli stessoi caravitani e non?

“Siamo stanchi di subire l’ennessimo torto dal sindaco Vicenzo Fiengo e dalla sua Amministrazione Comunale - spiega una residente del luogo - siamo utili solo per le campagne elettorali. Non vogliamo nessun favore, ma almeno fateci capire perchè non riapre!”

Per la riapertura dei mercati alimentari ci sono  precise regole da rispettare, nulla che impedisce, quindi,  di riaprirlo: sia gli operatori che i clienti dovranno indossare le mascherine e i guanti. I banconi saranno distanziati tra loro. Non saranno obbligatori schermi di plexiglass, quindi, davanti alla merce, ma vigeranno le stesse condizioni che già valgono per i supermercati al chiuso. In prossimità dei banconi, inoltre, saranno sempre disponibili i dispenser di gel igienizzante, per il lavaggio continuo delle mani. I guanti monouso dopo ogni lavaggio andranno gettati in appositi cestini dei rifiuti. Corridoio separati per chi entra e per chi esce dal mercato. Laddove necessario si potrà ricorrere a degli addetti alla security. Non ci si potrà intrattenere a parlare, ma si potrà restare solo il tempo necessario per gli acquisti. Gli addetti mercatali, inoltre, dovranno portare con loro sempre l’autodichiarazione che non hanno sintomi e non hanno avuto contatti Covid19 negli ultimi 14 giorni, da esibire alle forze dell’ordine in caso di controlli.

L’ordinanza sindacale n.37 del 21 maggio 2020 prevede, anche,  che la stessa Amministrazione Comunale si occupa nelle ore precedenti allo svolgimento del mercato rionale in Piazzale Filangieri della pulizia e disinfezione dell’intera area mercatale.

il direttore Gaetano Busiello

Lascia un commento

Powered by ODDERS Communication Agency